Come scrivere un buon guest post

Che cosa sono i guest post

I guest post sono articoli pubblicati da blogger “ospiti” (guest), che tipicamente vengono scritti per due ragioni:

  • opportuna strategia di link building, quindi un link (o più di uno) mirati all’interno  dell’articolo stesso (di comune accordo con il blog ospitante)
  • esigenze di personal branding, quindi voglia di far sapere al mondo che sappiamo fare una certa cosa (con link a fine articolo alla home della nostra azienda, di solito)

Qualità dei guest post

La qualità degli articoli scritti come guest post, tipicamente redatti da copywriter che si sono specializzati negli anni in questo, va di pari passo con la scelta dei siti più adeguati in cui pubblicarli. Se non si lavora in modo corretto e non si scelgono i siti giusti, si ottengono scarsi – o nessun risultato – a livello di posizionamento su Google. Facendo una ricerca nel web, escono molti siti di article marketing: ma quelli, tipicamente, non andrebbero considerati.

Differenze tra article marketing e guest post

In breve le differenze sono queste:

  • il guest post viene proposto in copia unica, sul web, dell’articolo; l’article marketing invece viene proposto su uno o più siti in copia-incolla (tipico errore che si commette in questi casi: postare lo stesso articolo su tutti i siti che si conoscono, un po’ come si fa con i comunicati stampa, sbagliando)
  • l’article marketing è dichiaramente di natura commerciale, il guest post invece è un articolo di maggiore qualità e di natura informativa (ma questo non vuol dire che non possa essere utile alle aziende, ovviamente).

Come rendere efficace un guest post

Il presupposto fondamentale affinché i vostri guest post siano efficaci ai fini del posizionamento nei motori di ricerca, è che siano pubblicati in siti che siano disposti a pubblicarveli (a volte potrebbero chiedervi un pagamento per fare questa operazione, altre potrebbero essere disposti a concedervelo in base ad altri accordi). Il fatto che il backlink (se presente) sia concesso con attributo nofollow o privo dello stesso (cosidetto follow) non è troppo rilevante, anche se poi dipende molto dalla strategia di link building che state adottando.

Il fenomeno dei guest post in Italia si avvale di un numero sempre maggiore di siti, vista la facilità con cui si creano nuovi domini a tal scopo. Non tutti questi siti, in generale, sono ideali allo scopo. Se si può scegliere, come regola generale, sempre più opportuno optare per domini di secondo livello (tuosito.com) che di terzo o successivi (blog.tuosito.com).