Sicurezza sul luogo di lavoro: le vie di fuga

In questo nuovo articolo parleremo di alcune delle caratteristiche che i locali devono possedere per essere in piena regola con le norme di sicurezza e di agibilità. Ricordo che il rispetto di queste indicazioni serve anche a garantire una sana permanenza sul luogo di lavoro da parte di tutti i lavoratori. Sebbene non sia un argomento molto gradevole per alcuni, è davvero molto importante parlare di vie di fuga e uscite di sicurezza.

I requisiti di base sono i seguenti:

  1. Le vie di fuga e tutte le uscite devono avere la massima percorribilità quindi, i corridoi, le scale e tutti i percorsi che consentono, ad esempio di arrivare all’aperto, devono essere liberi da mobili ingombranti e macchinari;
  2. l’evacuazione dei posti di lavoro deve sempre essere possibile a tutti i dipendenti, velocemente ed in piena sicurezza; tutti i lavoratori devono avere la possibilità di raggiungere un posto sicuro senza dover passare attraverso o vicino siti che potrebbero causare pericolo: locale caldaie, magazzini cartacei, scale molto alte e/o molto strette ecc.;
  3. la segnaletica di sicurezza deve sempre essere presente per indicare, senza possibilità di errore, il percorso più sicuro delle vie ed uscite di emergenza;
  4. le luci di emergenza devono essere presenti lungo le vie di fuga ed essere dotate di un dispositivo che consenta ad esse di entrare in funzione in caso di guasto elettrico;
  5. le scale di sicurezza, per gli edifici di nuova costruzione o ristrutturati, devono essere presenti nella misura di 1 oltre alla scala ordinaria qualora il numero dei lavoratori sia superiore a 25 e deve essere di facile accesso per tutti;
  6. le porte di emergenza devono essere apribili nel senso di uscita, azionabili mediante maniglione antipanico e contrassegnate da apposita segnaletica; non devono essere mai chiuse a chiave se non nei casi specificatamente autorizzati dall’autorità competente;
  7. le dimensioni delle vie ed uscite di emergenza devono consentire la rapida uscita di tutti i lavoratori all’esterno e, secondo la normativa antincendio, avere altezza minima di mt. 2,00 e larghezza di due moduli pari a mt. 1,20;
  8. le porte interne, che sono ovviamente diverse dalle vie ed uscite di emergenza, devono sempre essere facilmente azionabili dall’interno ed avere i seguenti requisiti di numero e larghezza:
  • 1 porta non inferiore m. 0,80 fino a 25 dipendenti;
  • 1 porta non inferiore a m. 1,20 da 26 a 50 dipendenti;
  • 1 porta da m. 1,20 e n. 1 porta da m. 0,80 nei locali occupati da 51 a 100 dipendenti;
  • 1 porta da m. 1,20, nr. 1 porta da mt. 0,80  e n. 1 porta con larghezza minima di m. 1,20 nei locali occupati da più di 100 dipendenti;
  • il numero complessivo delle porte può essere inferiore purché la loro larghezza complessiva non risulti inferiore; devono essere tutte apribili verso l’esodo.

Le nuove normative del 2019 potrebbero riportare ulteriori requisiti (nota: l’articolo è stato scritto da informazioni reperibili sul web e non ha valore ufficiale o di consulenza specializzata).