scottature al mare

Come evitare scottature al mare

Le scottature solari, oltre ad essere poco estetiche, sono anche dannose per la pelle. Possono provocare macchie scure permanenti, rughe precoci e rendere la pelle secca. Oltre al fatto estetico, le scottature, provocano anche dolori, come prurito, bruciore e in casi estremi anche febbre.

Dato che tutti vogliamo goderci le nostre meritate giornate di mare e sole, ho voluto scrivere questa mini-guida su come evitare scottature.

Come prevenire le scottature? Con l’utilizzo delle creme solari, un’esposizione limitata al sole e una sana alimentazione.

CREME SOLARI E QUANDO USARLE

Non c’è un momento preciso durante la giornata per usare le creme protettive, bisogna usarle sempre, anche quando si è già abbronzati.

Le creme migliori da utilizzare sono quelle che proteggono sia dai raggi UVB sia dai raggi UVA. Dobbiamo sfatare il mito che le creme con un filtro protettivo alto non ci permettono di abbronzarci. La crema, invece, aiuta questo processo e anzi ci si abbronza meglio e in tutta sicurezza, evitando brutte sorprese alla pelle.

La crema solare va spalmata prima di esporsi al sole, anche con largo anticipo, ogni volta che ci si bagna la pelle e spesso durante l’arco della giornata. E non siate tirchi con le quantità, abbondate perché secondo Food and Drug Administration la dose giusta di crema da utilizzare per cm2 di pelle è 2mg.

QUANDO PRENDERE IL SOLE

Ci sono persone che in estate si trasformano in lucertole e stanno sotto al sole dalla mattina alla sera, spesso senza nessun tipo di protezione, né creme né ombrelloni. Nulla di più sbagliato. L’esposizione al sole in maniera sana prevede delle ore specifiche.

Una volta messa la crema solare evita queste fasce orarie, durante le quali i raggi del sole sono molto più forti. Sono da evitare le fasce orarie centrali, come l’orario di pranzo (12-16) mentre al mattino presto e il tardo pomeriggio sono consigliati per l’esposizione al sole, sempre con la crema solare messa.

Consiglio, inoltre, di fare delle pause tra un’esposizione e l’altra e di iniziare in maniera graduale.

IDRATARE SEMPRE LA PELLE

Con queste accortezze vi verrà difficile scottarvi ma la pelle in estate ha bisogno di essere molto idratata.

Per evitare che la pelle si secchi molto e che le rughe e le macchie vengano fuori o aumentino, consiglio di mettere una buona crema idratante sia sul viso che sul corpo. Per il viso le creme migliori sul mercato e quelle più idratanti sono quelle a base di acido ialuronico.

L’acido ialuronico è già presente all’interno di noi, ma con il passare degli anni ne produciamo meno. Questa sostanza permette alla pelle di essere idratata e protetta, ripristinando l’equilibrio idrolipidico dei tessuti connettivi.  La pelle che è stata molto sotto al sole necessita di molta più idratazione sia dall’esterno che dall’interno.

ACQUA, FRUTTA E INTEGRATORI

Oltre alla cura di sé con creme e prodotti chimici, consiglio di avere una buona routine alimentare, una dieta a base di frutta e verdura in abbondanza permetterà di avere una vita più sana. In estate, sudando, tendiamo a disidratarci di più, lo capiamo dalla pelle che tira, dalla bocca asciutta e la pelle screpolata. Per prevenire ciò bisogna bere molta acqua durante la giornata e centrifugati di frutta e verdura.

Una buona e corretta alimentazione aiuta a rinforzare le nostre difese immunitarie e soprattutto in estate serve assumere molti liquidi e vitamine, sostanze che si trovano in abbondanza nella frutta e nelle verdure. Quando ci si deve esporre ai raggi solari bisogna incrementare l’assunzione di betacarotene, fonte di vitamina A, che protegge le mucose e gli occhi. Abbondate quindi di albicocche, carote, peperoni, cereali, verdure verdi e zucca.

Se la dieta non è sufficiente bisogna incrementare queste vitamine attraverso gli integratori, più indicato se assunte qualche settimana prima dell’esposizione al sole.