piemonte

Tre città da visitare nel Piemonte

L’autunno è una stagione particolarmente adatta a visitare il Piemonte. Le Langhe sono in un tripudio di colori, iniziano i giri per le cantine ed il tartufo è il protagonista delle tavole. E allora, perché non unire ai tour enogastronomia una visita a qualche città piemontese? Di seguito trovate una piccola guida a tre città da visitare nel Piemonte, dove è possibile fare una gita in giornata o fermarsi per un week-end

Venaria Reale e la sua Reggia

Situata non distante da Torino, Venaria è famosa soprattutto per l’omonima reggia, che attira ogni anno migliaia di visitatori, dopo la riapertura al pubblico nel 2007. Eccelso esempio di barocco italiano noto il tutto il mondo -è stata proclamata sito Unesco fin dal 1997- la reggia misura 80.000 mq, ed è contornata da 60 ettari di parco. La visita si apre con la Corte d’Onore, al cui interno i visitatori possono ammirare uno dei simboli del posto, il Teatro dell’Acqua della Fontana del Cervo. Composto da 100 ugelli che spruzzano acqua fino a 12 metri di altezza con giochi di luce, è meritatamente una delle fontane più famose al mondo. Proseguendo la visita si arriva agli appartamenti reali, in origine abitazione dei Savoia, che qui avevano la loro tenuta di caccia. Gli appartamenti proseguono anche al primo piano, con la Sala di la Galleria Grande, il Rondò Alfieriano fino alla Cappella di Sant’Umberto. Il percorso è disseminato di opere d’arte, tra cui dipinti opera Guercino e Rubens.
Fuori dalla reggia, da non perdere le scuderie dove sono tuttora conservate le carrozze ottocentesche, e i giardini, divisi in due da un canale navigabile.
Facilmente raggiungibile da Torino sia in auto (dista 10 km) che in bus o in treno, la reggia è aperta da martedì a venerdì con orario 9:00 -17:00, sabato, domenica e festivi dalle 9:00 alle 18:30. Vista la grande affluenza e l’estensione del luogo, è consigliabile arrivare in mattinata presto, in modo da evitare code e fare la propria visita con calma. Acquistando il biglietto online si potrà accedere direttamente al museo. Il tempo medio di visita è di 5 ore, variabili in base a gusti ed esigenze personali.

Cuneo, nel cuore del Piemonte

Cuneo è una cittadina meno nota di quanto meriterebbe, anche perché ha molto da offrire. Chi ama lo sport, ne apprezzerà la vicinanza ad alcuni tra i più bei sentieri di trekking della zona. Gli amanti della buona cucina scopriranno una città dove si mangia bene dalla colazione alla cena, passando per l’aperitivo. Infine, chi ama andare alla scoperta dei tesori nascosti in Italia, non potrà non dedicare una giornata a visitare i musei e le chiese della città. Molto amata dai turisti è la centralissima piazza Galimberti, da cui si gode la vista dell’elegante via Nizza, con le Alpi a fare da sfondo. Passeggiando per il centro, la prima tappa sarà la visita alla cattedrale di Santa Maria del Bosco. Dopodichè, proseguendo per via Roma si arriva alla Torre Civica, da cui, pagando 3 € di ingresso, si potrà ammirare il panorama cittadino da un’altezza di 52 metri, apprezzando anche la famosa forma “a cuneo” che ha dato il nome alla città. Continuando a gironzolare per le vie intorno al centro dopo pranzo, merita una visita la casa museo Galimberti. Per chi ha voglia di fare un po’ di moto, si può raggiungere il Santuario della Madonna degli Angeli: la passeggiata sarà ripagata dalla vista che si gode. In serata, niente di meglio di un aperitivo seguito da una cena a base di tartufo in uno dei locali del centro.

Verbania e le isole Borromee

Confinante con la rinomata Stresa, c’è questo gioiellino affacciato sul lago Maggiore. E’ la destinazione ideale per chi vuole fare una gita di due giorni all’insegna del relax. Divisa in tre frazioni (Pallanza, Suna e Intra), la cittadina offre varie alternative, per gli amanti del contatto con la natura. Una passeggiata sul lungo lago sarà d’obbligo, per ammirare il panorama e la tranquillità del posto. Punto di partenza o arrivo ideale è il suggestivo monumento al generale Cadorna, che spicca, inconfondibile, sulla riva verso il centro città. Dal molo si può poi prendere il traghetto per visitare le isole Borromee. Scegliete l’Isola dei Pescatori se vi piace vedere un po’ più di movimento e pranzare in qualche ristorantino tipico. L’Isola Bella, con il suo giardino botanico ricco di fiori e piante di ogni tipo, è una tappa obbligata per tutti gli amanti della natura e delle piante. E sempre in tema giardini botanici, chi capita da queste parti in primavera non può farsi scappare la possibilità di visitare il maestoso parco di Villa Taranto, dove stupirsi di fronte alla varietà delle specie vegetali presenti. Dopo una giornata in giro, nulla di meglio che rilassarsi in uno dei localini in centro, godendosi la vista del lago e la pace serale.