torino

Cinque luoghi da non perdere a Torino

Torino, il capoluogo del Piemonte, offre tantissime luoghi che puoi visitare. Musei, monumenti, chiese e tanti altri posti custodiscono la storia e la cultura di questo capoluogo piemontese. Vogliamo indicarvi oggi cinque luoghi che non si possono perdere assolutamente.
Continuate a leggere se volete scoprire la Torino nascosta! 

La Mole Antonelliana

Il bellissimo edificio si trova esattamente in centro a Torino.
Fu progettato da Antonelli e attualmente ospita il Museo Nazionale del Cinema. È considerata il simbolo di Torino, è alta circa 167,5 metri e si tratta dell’edifico in muratura più alto d’Europa.
La costruzione della Mole venne iniziata nel 1863, inizialmente era dedicato alla comunità di Israele. Nel corso della costruzione i lavori subirono modifiche, così il progetto della Mole passò dall’altezza prevista di 47 metri fino a 167,5 metri.
Nel 1961 per celebrare la ricorrenza del centenario dell’Unità venne costruito un ascensore panoramico che porta fino in cima e permette di arrivare al tempietto che si trova in cima.
La Mole oggi è visitabile all’interno, dedicato al Museo Nazionale del Cinema. Ma è possibile anche salire in cima prendendo l’ascensore panoramico.

Il Museo delle Antichità Egizie

All’interno dell’edifico dell’Accademia delle Scienze si trova il Museo Egizio.
È considerato il Museo Egizio più importante al mondo dopo quello del Cairo. Si trovano all’incirca 6.500 reperti che includono statue, oggetti, corredi funerari e sarcofaghi.
Custodisce un tesoro immenso a livello artistico e culturale e una delle mete più interessanti della città di Torino.
Gli oggetti ed i reperti più preziosi esposti al Museo sono: il Tempio Rupestre di Ellesija, il Papiro delle miniere d’oro e la tomba di Kha e Merit, ancora intatta e conservata alla perfezione.

La Cappella della Sindone

La struttura conosciuta come Cappella della Sindone è il capolavoro costruito da Guarino Guarini.
Si tratta di uno straordinario capolavoro barocco riconosciuto come patrimonio dell’UNESCO.
Alla fine del XVII secolo il duca Carlo Emanuele I di Savoia decise di affidare la costruzione della Cappella a Carlo di Castellamonte. Lo scopo della costruzione doveva essere quello di custodire la Sacra Sindone.
Il progetto di costruzione fu successivamente affidato all’architetto Guarini. Si focalizzò sul rafforzamento delle pareti dell’edificio. Ma la vera peculiarità del lavoro di Guarini fu la costruzione della cupola che mantenne quello slancio e quello stile che la famiglia Sabauda aveva espressamente richiesto.
La Cappella ha custodito la Sindone dal 1694 fino ai primi anni del XX secolo. Attualmente invece è stata spostata nella Cattedrale di Torino dove è sempre visitabile.

Il Santuario della Consolata

L’edificio religioso, conosciuto come Chiesa di Santa Maria della Consolazione, risulta tra i più di Torino.
Originariamente fu edificata in epoca Paleocristiana e poi venne ampliata nel XVIII secolo. Durante il 1700 subì numerosi cambiamenti eseguiti da Filippo Juvarra che la rinnovò in stile barocco.
Sicuramente la storia del Santuario della Consolata o la Chiesa di Santa Maria della Consolazione è legata a quella dell’Icona della Vergine.
Fu rubata e poi successivamente ritrovata ma attualmente quella custodita nel Santuario non è l’originale ma una copia.

I caffè storici di Torino

Il capoluogo piemontese è noto e apprezzato per la tradizione del caffè e della produzione dolciaria. Ancora oggi alcuni angoli della città racchiudono spaccati di storia e autentici luoghi affascinanti ed eleganti.
Tra i più famosi c’è il Caffè San Carlo che si trova nell’omonima piazza ed è tra quelli più famosi per la preparazione di miscele particolari e aromatiche di caffè.
Un altro caffè molto famoso sempre in piazza San Carlo è il Caffè Torino che ha un ambiente lussuoso e particolare tra le luci abbaglianti e il marmo lucente.
Il Caffè Confetteria Al Bicerin è un altro storico punto di riferimento a Torino. Fu aperto nel 1793 ed era il prediletto del Conte Camillo Benso di Cavour.
La specialità del locale è il bicerin, la bevanda a base di crema di latte, caffè e di cioccolata.